Glossario welfare

Il Glossario del Welfare: Anzianità contributiva

18 Novembre 2020

Per anzianità contributiva si intende il numero di anni di contributi versati all’Inps o altro ente di previdenza obbligatorio, come le Casse di previdenza nel caso dei liberi Professionisti, necessari per poter andare in pensione.

Attualmente per poter accedere alla pensione di vecchiaia (quella a cui generalmente si fa riferimento quando si parla di pensione) è necessario soddisfare due requisiti:

  1. anagrafico: aver compiuto 67 anni di età

  2. contributivo: aver maturato almeno 20 anni di contributi previdenziali versati

Per quanto riguarda l’accesso alla pensione complementare, invece, è possibile farne richiesta se, raggiunti i requisiti per poter andare in pensione, si è iscritti ad un Fondo pensione da almeno 5 anni.

Ricordiamo che il trasferimento da un fondo pensione ad un altro non interrompe il calcolo degli anni di iscrizione alla previdenza complementare.

Inoltre, sono previste altre tipologie di pensione, che consentono, se in possesso di determinati requisiti, di anticipare l’uscita dal lavoro.

Pensione

requisito contributivo

requisito anagrafico

Anticipata

 

Donne: 41 anni e 10 mesi

Uomini:  42 anni e 10 mesi

Nessuno

Quota 100*

38 anni 62 anni

Opzione donna

35 anni al 31 dicembre 2018 Dipendenti: 58 anni (nate entro la fine del 1960)
Autonome: 59 anni

Lavoratori precoci

41 anni con almeno 12 mesi di contributi prima dei 19 anni Nessuno

*misura sperimentale introdotta per il triennio 2019-2021

Ti potrebbe interessare...

Mefop Spa - Via Aniene, 14 - 00198 Roma - P.iva 05725581002