Glossario welfare

Il Glossario del welfare: Gestione separata Inps

10 Luglio 2019

Quali lavoratori devono iscriversi a questo fondo pensionistico?

La Gestione Separata Inps è un fondo pensionistico che raccoglie i contributi previdenziali obbligatori di diverse categorie di lavoratori autonomi. È una gestione distaccata, separata, per l’appunto, da quella che raccoglie e gestisce i contributi dei lavoratori dipendenti, ma è sempre amministrata dall’Istituto Nazionale di Previdenza.

Per i lavoratori dipendenti, l’ apertura di una posizione previdenziale presso l’Inps è automatica e contestuale all’assunzione, per gli autonomi, invece, l’iscrizione alla Gestione separata deve esser fatta in prima persona, attraverso il sito Inps, il contact center dell’istituto di previdenza oppure attraverso un intermediario (es.un patronato).

Quali lavoratori devono iscriversi alla gestione separata?

Devono iscriversi:

  • venditori porta a porta che operano con contratto di lavoro autonomo
  • liberi professionisti con partita IVA che non sono iscritti a nessuna cassa di previdenza (i lavoratori autonomi che svolgono attività d’impresa devono, invece, iscriversi alla gestione commercianti, artigiani e coltivatori diretti)
  • lavoratori e collaboratori autonomi occasionali, con redditi superiori a 5.000 euro annui
  • associati in partecipazione
  • spedizionieri doganali non dipendenti
  • titolari di assegni di ricerca e di borse per dottorati di ricerca
  • amministratori locali, sindaci, presidenti di provincia, di comunità montane, di unioni di comuni e di consorzi fra enti locali
  • medici con contratto di formazione specialistica

Le principali prestazioni offerte dalla gestione separata Inps sono, oltre la pensione, l’indennità di malattia, di maternità e di disoccupazione.

 

Le aliquote contributive

Le aliquote contributive vengono comunicate dall’Inps attraverso apposite circolari. Le aliquote per il 2019 sono indicate dalla  circolare numero 19 del 6 febbraio 2019

 

Come si versano i contributi?

I contributi dei collaboratori sono versati all’Inps direttamente dal datore di lavoro (committente) e sono a carico di quest’ultimo per 2/3 e del lavoratore per il restante 1/3.

I contributi dei liberi professionisti con partita IVA, che non hanno contratti di collaborazione, sono totalmente a carico del lavoratore e sono versati autonomamente attraverso F24.

Per maggiori informazioni, visita la pagina dedicata alla gestione separata sul sito INPS

Ti potrebbe interessare...

Mefop Spa - Via Aniene, 14 - 00198 Roma - P.iva 05725581002