Approfondimenti

Il riscatto del Pip e del Fondo pensione aperto ad adesione individuale

13 Maggio 2020

Uno degli articoli di questo portale che richiama di più l’attenzione e riceve più domande da parte degli iscritti ai Fondi pensione è quello che parla delle novità del DDL concorrenza 2017, che ha permesso il riscatto immediato in caso di perdita del lavoro per tutti gli iscritti a un Fondo pensione, compresi gli aderenti individuali a Fondi aperti o Pip prima di allora esclusi da questa facoltà.

Leggendo le numerose domande arrivate in questi anni ci siamo resi conto che c’è ancora un po’ di confusione su quali siano i requisiti da possedere per poter richiedere questa tipologia di riscatto

Riferimenti normativi:

DDL Concorrenza 2017

Circolare Covip n. 5027/2017

 

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

La normativa ha stabilito che, come era già possibile per gli iscritti a Fondi pensione negoziali e a Fondi pensione aperti in via collettiva, a partire dal 29 agosto 2017 gli iscritti ai Pip o ai Fondi pensione aperti in via individuale, che interrompono la propria attività lavorativa successivamente all’iscrizione al Fondo, possano richiedere il riscatto immediato di tutta la posizione.

Alle somme accumulate dopo il 2007 e richieste al Fondo come riscatto immediato per perdita dei requisiti viene applicata una tassazione del 23%.

Quali requisiti devono avere gli iscritti per vedere accolta dal Fondo pensione aperto a cui si è aderito individualmente o dal Pip la propria richiesta di prestazione?

  • Aver cessato un rapporto di lavoro in data successiva al 29 agosto 2017

Il lavoratore può aver interrotto per un qualsiasi motivo la propria attività lavorativa: dimissioni, fallimento dell’azienda, licenziamento, chiusura di una partita iva, passaggio da un lavoro ad un altro.

Es: Un lavoratore che ha interrotto l’attività lavorativa il 10 agosto  2017 non può richiedere il riscatto immediato.

  • Essere già iscritto al Fondo prima della cessazione del rapporto di lavoro

L’iscrizione al Fondo pensione a cui si richiedere il riscatto per perdita dei requisiti di partecipazione deve essere precedente all’interruzione dell’attività lavorativa.

Es: Un lavoratore che ha interrotto l’attività lavorativa il 1° gennaio 2019, non può richiedere il riscatto immediato ad un Fondo a cui si è iscritto il 5 settembre 2019.

  • Non svolgere alcuna attività lavorativa al momento della richiesta di riscatto per perdita dei requisiti

L’iscritto che svolgeva un’attività lavorativa da dipendente può fare richiesta di riscatto solo se al momento della domanda non ha iniziato una nuova attività lavorativa (dipendente o autonoma con partita iva). Deve inoltre dimostrare di essere inoccupato presentando una certificazione del centro per l'impiego oppure una dichiarazione sostitutiva con cui afferma sotto la propria responsabilità di non svolgere alcuna attività lavorativa.

Il lavoratore autonomo deve invece presentare l’attestazione della chiusura della partita iva e la certificazione del centro per l’impiego o dichiarazione sostitutiva attestante lo stato di inoccupazione al momento della domanda di riscatto.

Lavoratori che cambiano tipologia di lavoro, passando da un CCNL ad un altro, o che si sono spostati a lavorare all’estero, non possono richiedere il riscatto.

Di seguito alcune FAQ utili a capire se la propria situazione permette di richiedere il riscatto immediato per perdita dei requisiti

Posso richiedere al Fondo pensione aperto a cui ho aderito individualmente o al Pip il riscatto immediato se:

Ero disoccupato al momento dell’iscrizione al Fondo. Da quel momento non ho mai lavorato e sono ancora disoccupato

No. Non puoi richiedere il riscatto perché la normativa richiede che tu abbia smesso di lavorare successivamente all’iscrizione al fondo
Ero disoccupato al momento dell’iscrizione al Fondo. Dopo l’iscrizione ho lavorato per un periodo e ora sono nuovamente disoccupato

Sì. Puoi richiedere il riscatto dimostrando la cessazione dell’attività e presentando una certificazione del centro per l'impiego o dichiarazione sostitutiva relativa allo stato di inoccupato al momento del riscatto.
Ero disoccupato al momento dell’iscrizione al Fondo. Dopo l’iscrizione ho aperto la partita iva e lavoro come autonomo

No. Per poter richiedere il riscatto non devi svolgere alcuna attività lavorativa, anche come lavoratore autonomo. Quando chiuderai la partita iva potrai richiedere la prestazione.
Ero disoccupato al momento dell’iscrizione al Fondo. Dopo l’iscrizione ho aperto la partita iva ma ora l’ho chiusa

Sì. Puoi richiedere il riscatto dimostrando la chiusura della partita iva e l’assenza di alcuna attività lavorativa mediante certificato del centro per l’impiego o dichiarazione sostitutiva.
Ho cessato l’attività di lavoratore dipendente successivamente all’adesione al fondo e sono disoccupato

Si. Puoi richiedere il riscatto dimostrando la cessazione del lavoro (es. lettera di licenziamento) e presentando una certificazione dell centro per l'impiego o dichiarazione sostitutiva relativa allo stato di inoccupazione al momento del riscatto.
Ho cessato l’attività di lavoratore dipendente e ho aperto la partita iva

No. Per poter richiedere il riscatto non devi svolgere alcuna attività lavorativa, anche come lavoratore autonomo. Quando chiuderai la partita iva potrai richiedere la prestazione.
Ho cessato l’attività lavorativa in Italia e ora lavoro all’estero

No. Per poter richiedere il riscatto non devi svolgere alcuna attività lavorativa, neanche all’estero
Sto passando da un lavoro autonomo ad uno dipendente.

Puoi richiedere la prestazione solo dopo aver chiuso la partita iva e prima di iniziare il lavoro come dipendente, presentando una certificazione attestante la chiusura della partita iva e l’assenza di altra attività subordinata o autonoma.
Sto passando da un lavoro dipendente ad uno autonomo.

Puoi richiedere la prestazione solo al termine del lavoro dipendente e prima dell’apertura della partita iva, presentando una certificazione del centro per l'impiego o dichiarazione sostitutiva relativa al tuo stato di inoccupato.
Sto passando da un lavoro dipendente ad un altro lavoro dipendente

Puoi richiedere la prestazione solo al termine del contratto del vecchio lavoro e prima dell’inizio del nuovo contratto, presentando una certificazione del centro per l'impiego o dichiarazione sostitutiva attestante l’assenza di alcuna attività al momento della domanda di riscatto.

 

Conviene chiedere il riscatto immediato in questo periodo?

Molti lavoratori, sia dipendenti sia autonomi, stanno affrontando in questo periodo le difficoltà legate alla mancanza di liquidità o la perdita di lavoro.

L’andamento degli investimenti effettuati dai Fondi pensione sta risentendo fortemente di questo periodo di instabilità. 

Richiedendo lo smobilizzo delle somme in questo periodo si potrebbero realizzare delle perdite e ricevere delle somme inferiori a quelle che ci si aspetta.

Agli iscritti ai Fondi che non abbiano esigenze improrogabili consigliamo, in questo momento, di attendere e rimandare operazioni come i riscatti.

Ti potrebbe interessare...

Mefop Spa - Via Aniene, 14 - 00198 Roma - P.iva 05725581002