Glossario welfare

Il Glossario del welfare: Liquidazione in capitale

11 Settembre 2019

La liquidazione in capitale della pensione complementare: quando richiederla?

Un lavoratore iscritto alla previdenza complementare da almeno 5 anni, una volta raggiunti i requisiti per poter andare in pensione (pubblica), può richiedere al proprio fondo la sua pensione integrativa.

Ricordiamo che il valore della posizione individuale dell’iscritto è pari alla somma dei contributi versati e dei rendimenti ottenuti negli anni (a questa cifra andranno poi sottratte le periodiche spese di gestione del Fondo).

L’iscritto, ormai prossimo alla pensione, compilando l’apposito modulo sul sito del Fondo, potrà scegliere:

  1. di ricevere subito fino al 50% del montante accumulato, la cosiddetta liquidazione in capitale, e di avere il restante 50% attraverso una Rendita mensile),
  2. di avere tutto il valore della propria posizione individuale sotto forma di rendita mensile.

È possibile ricevere totalmente in capitale quanto accumulato nel fondo pensione?

La possibilità di ricevere totalmente in capitale la somma maturata nel fondo pensione è consentita solo nel caso in cui, convertendo in rendita vitalizia il 70% del montante finale, il risultato risulti inferiore al 50% dell’assegno sociale.

Inoltre, anche i lavoratori di prima occupazione precedente al 29 aprile 1993, e a questa data iscritti alla previdenza complementare, possono richiedere la liquidazione interamente in capitale.

Ti potrebbe interessare...

Mefop Spa - Via Aniene, 14 - 00198 Roma - P.iva 05725581002