Glossario welfare

Il glossario del welfare: ISC – Indicatore Sintetico di Costo

28 Febbraio 2017

Come comparare i costi dei Fondi pensione? Ti aiuta l’Indicatore Sintetico di Costo.

Il mondo della previdenza complementare presenta diverse tipologie di Fondi pensione tra cui scegliere: negoziali, preesistenti, aperti e Piani individuali pensionistici, ognuno con le sue caratteristiche e peculiarità, ma tutti accomunati dallo stesso obiettivo: dare ai cittadini la possibilità di risparmiare per la propria pensione attraverso piccoli versamenti mensili. 

Come orientarsi nella scelta di un Fondo pensione?

Il costo è sicuramente una delle variabili da valutare.

L’Indicatore sintetico di Costo è stato introdotto da Covip, l’Autorità di Vigilanza sul settore, per rendere più chiara e trasparente la comunicazione sui costi applicati e più semplice la comparazione tra Fondi.

L’ISC, che è possibile reperire sulla Nota Informativa di ogni strumento di previdenza complementare, indica in quale percentuale i costi (iscrizione, spesa annua e commissioni in percentuale sul patrimonio) incidono ogni anno sulla posizione individuale (il conto) di ogni singolo iscritto. Viene calcolato su differenti orizzonti temporali (2, 5, 10 e 35 anni), perché alcuni costi hanno un impatto che si riduce con l’aumentare del periodo di permanenza nel Fondo (ad esempio quelli di adesione, applicati soltanto nel momento in cui ci si iscrive).

Come viene calcolato l’ISC?

L’indicatore è una stima che viene calcolata in modo analogo per tutte le forme di previdenza complementare, prendendo a riferimento a un ipotetico aderente tipo con le seguenti caratteristiche:

  • versamento annuo € 2.500 
  • rendimento annuo del 4%

Come leggere i dati?


In linea generale gli ISC sono presentati sotto forma di tabella. Nel caso in cui un Fondo abbia più comparti di investimento, caratterizzati da costi differenti per la gestione del patrimonio, nella tabella comparirà l’ISC per ogni linea di investimento.
 

  2 anni 5 anni 10 anni 35 anni
Comparto garantito 2,25% 1,24% 1,03% 0,94%
Comparto bilanciato 2,61% 1,60% 1,39% 1,30%
Comparto azionario 2,80% 1,78% 1,58% 1,48%

Per farsi un’idea delle somme che si spenderanno una volta iscritti ad un Fondo, occorre decurtare dal rendimento annuo del 4% utilizzato per la stima, la percentuale indicata nell’ISC in corrispondenza del comparto e dell’orizzonte temporale di proprio interesse.
 

Come confrontare in maniera semplice e veloce i costi dei Fondi pensione?


Abbiamo messo a punto la calcolatrice Confronta costi dei fondi pensione, che mostra il totale delle somme accumulate al netto dei costi applicati e le confronta con la media dei costi dei Fondi pensione. Maggiori sono i costi, minori saranno le risorse accumulate.

Fare il confronto è semplice. Basta selezionare la tipologia di Fondo pensione: Negoziale, aperto, piani individuali e scegliere il Fondo pensione per cui si desidera visualizzare i costi:

 Scopri i costi dei fondi pensione

Per il Fondo selezionato sarà possibile scegliere gli anni di permanenza: 35,10, 5 o 2 anni.

La calcolatrice mostrerà in arancio, per ogni comparto del Fondo, il valore complessivo della posizione individuale al momento del pensionamento da cui sono stati già sottratti i costi. 
In blu viene invece indicato, per lo stesso numero di anni, a parità di contributi versati e di rendimento, il valore della posizione da cui è stato sottratto un costo che è pari alla media dei costi di tutti i Fondi pensione.
 

 Calcolatrice confronta i costi dei fondi pensione

Clicca qui per accedere alla calcolatrice e fare un confronto.

Ti potrebbe interessare...

Mefop Spa - Via Aniene, 14 - 00198 Roma - P.iva 05725581002